Liquore di mirto

Le origini di questo prodotto sono antichissime. Il liquore ottenuto dalle sole bacche, o dalle bacche e le foglie, fa parte della tradizione popolare di Sardegna. Per le sue proprietà, il Mirto di Sardegna s’inserisce fra i digestivi, pertanto va degustato dopo i pasti, anche se molte persone lo gradiscono anche come aperitivo. Il modo migliore di apprezzarlo è consumarlo ghiacciato, versato da bottiglie tenute in congelatore.

Ricette di Sardegna

77 Commenti Nascondi Commenti

Le dosi giuste sono :
Per un litro di mirto
250 gr di bacche
250 gr di zucchero
350 gr di alcol
350 gr di acqua.
se si aggiunge un cucchiaio di miele (a piacere) riudurre leggermente lo zucchero

Quindi con queste dosi x 1 kg di bacche ci va 1kg di zucchero ?? Mi sembra eccessivo visto che nelle altre ricette per 1kg di bacche mettono 400 g di zucchero

A mio parere la quantità di zucchero va variata in base alla “dolcezza” delle bacche , io ultimamente ne ho utilizzato solo 180g poichè ho trovato delle bacche molto dolci, è venuto perfetto!!

1kg di mirto 1 Lt di alcol 96 ° lasciato macerare x almeno 28 giorni.fare lo sciroppo con due Lt di acqua più 900 gm di zucchero,mischiare il tutto,filtrare e lasciare a riposo almeno un mese.Avrai un buon liquore di 32°

viene troppo forte e poco sipido. Secondo me l’acqua deve essere sostituita con il succo di mirto che si ottiene facendo un decotto con le foglie di mirto

Le dosi che uso io sono le seguenti:
500 gr. di bacche, 1 l. di alcool ( macerare x 1 mese indi colare )
al mese far uno sciroppo a caldo con :
1 l. di acqua e 350 gr. di zucchero
( in alternativa 200 gr. di miele e 150 gr. di zucchero )
mischiare il tutto e lasciare riposare x almeno 1 mese.

In realtà non esiste una proporzione esatta bacche/ alcool, in quanto durante i 40 giorni di macerazione si va aggiungendo un tantino di alcool ogni 2/3 giorni affinchè il livello sia tale da tenere le bacche sempre immerse nel liquido. Infatti assorbendo alcool le bacche riducono il livello del liquido giorno per giorno, va infatti monitorato. Le bacche devono restare sempre immerse del tutto!
Detto ciò, io per ogni litro di alcool utilizzato in questo processo, adopero 700 di zucchero e 800 di acqua.

Io vario la dose dello zucchero dipende da quanto è maturo il mirto..piu e maturo è il morto più bassa e la fose dello zucchero…tutto l altro è uguale a cm lo faccio io.?

Ciao a tutti, la mia ricetta per il mirto me la tramandata là buon anima di mia mamma, io non peso il mirto, ma lo tengo sempre immerso con l’alcol, tengo il conto di quanto alcol uso e per ogni Lt di alcol usato uso tanto uguale di acqua, per ogni Lt di acqua uso 600 g di zucchero, il procedimento e lo stesso di voi tutti, a differenza del tempo del mirto a macerazione con l’alcol, io lo lascio 60 giorni, sabato sono in produzione ????

Buonasera! Sto provando a fare il mirto.. Ho fatto macerare pico più di 1kg di bacche in ca 1,5 l di alcol 95 (aggiunto per tenere sotto le bacche) ..x ca 40gg al buio Quanta acqua e zucchero devo usare??

Oggi ho fatto il mirto…buonissimo lo stesso..le dosi le ho inventate…2 lt Di alcol.. 2kg di mirto..3.50 lt di acqua e 1.50 di zucchero…lo tenuto sotto alcool x 4 mesi..mi ero dimenticata.. ma ha preso tutto il sapore del mirto. L’ Ho travasato in un contenitore, ho trizzato le bacche 2 volte e il succo unito all’ altro, poi aggiunto acqua e zucchero…mescolato bene insieme e travasato nelle bottiglie…tra 1 mese saprò il vero sapore…ciao a tutti

Mi raccomando l’acqua e zucchero vafatta bollire a fuoco lento x mezzora, e la unite al mirto quando è fredda!!..buon lavoro

se fai bollire l’acqua per mezz’ora si riduce alla metà.io dicco che l’importante che si sciolga lo zucchero con acqua calda.

io lo faccio in quantità e la mia ricetta è lo metto nell’alcol anche per un anno intero dopo la spremitura misuro la quantità di essenza e metto a bollire il mirto con l’acqua per ogni 400 grammi di essenza 600 grammi di acqua, dopo la bollitura rimetto il tutto nel torchio e si ottiene così un’acqua tutta scura la filtro e la rimetto a bollire con lo zucchero 250 grammi per ogni 600 di acqua lascio raffreddare e poi mischio l’essenza dopo circa uno o due mesi il mirto è pronto

buongiorno, ho 240 grammi di bacche essiccate..qualcuno mi direbbe x cortesia le dosi giuste di alcool/ acqua e zucchero x farlo buono???
grazie!

La ricetta perfetta è la tua provane una e poi ti adegui a quella o ne fai una tu aumentando o diminuendo la quantita’ di acqua 1/1 per me è poca il mirto viene troppo alcolico prova a metterlo in frifer e vedi se congela se congela aggiungi alcol

si possono usare sia fresche che essiccate, nel secondo caso le lascio in ammollo in acqua per una notte, ma se le hai fresche non ha senso farle seccare

Ciao! Sono toscano e ho una piantina di mirto (nero) in giardino. Un mese fa ho raccolto 220 gr. di bacche e le ho messe sotto alcool a 95*. Tra dieci giorni le toglierò, spremerò e aggiungerò acqua e zucchero. Le dosi che leggo sono: tanto alcool, tanta acqua. Ma non viene troppo forte? 95/2 fa 42,5 *. Mi sembra troppo. Non sarebbe meglio 1 la. alcool e 1,5 acqua? Sarebbero 38*. Farete, ma non troppo.

devi considerare il succo spremuto dal mirto, che diminuisce un po’ la percentuale di alcool nella soluzione finale

Dosi 500-600 gr bacche di mirto + 1 litro alcool al 95%. Si crea infuso che dopo almeno 40 gg , si filtra e si strizzano dolcemente le bacche intrise di alcool. Si ottiene circa 1 litro di mirto infuso. Se si vuole avere un grado alcolico del 40% si aggiunge a tiepido dello sciroppo (a caldo evapora l’alcool, a freddo si mescola male sciroppo e alcool) calcolato come segue = qta filtrata di infuso /grado alcolico . Nel nostro casoilcalcolo da’ 2,5 lt di sciroppo per ogni litro di infuso di mirto filtrato, quindi cosi si ottengono circa 3,5 lt di liquore a 40°. Il liquore non deve avere piu’ di 15-25% di zucchero (o zucchero-miele), cioe circa 700 gr di zucchero che mescolati a fuoco lento ad 1,8 – 2 lt di acqua ( lo zucchero e’ idrosolubile cioe’ sciolto in acqua occupa un volume inferiore alla somma di zucchero + acqua) da’ luogo allo sciroppo . Per stabilizzare lasciate riposare anche un 20-30 gg . Servite freddo.

Tanto acqua quanto alcool va benissimo, tieni conto che l’alcool durante le diverse fasi perde pertanto alla fine ti troverai il mirto con una gradazione di 35-38 gradi

Io su 1 Kg di mirto metto 1 litro di alcol e 600 millilitri di acqua 500 gr di zucchero di canna e 250 g di miele di Melata. Il tempo di macerazione (mirto alcol) é di due mesi, una volta torchiato e unito allo sciroppo filtrato due volte e imbottigliato, il tempo di riposo prima consumarlo é di due mesi. Faccio un mirto da cintura nera 🙂

Fra poco rifarò il liquore di mirto. La quantità di zucchero dipende anche dalle preferenze. 1 l. di alcool, 1 l di acqua, 450/500gr. di zucchero, 3 chodidi garofano, una grattatadi 1/2 buccia d’ arancia. Il resto è uguale come procedimento. Questa ricetta mi è stata data da una persona che i liquori li sa fare. Vi assicuro che il risultato è eccellente.

Ho una pianta di mirto sardo, da tre anni faccio il liquore, ho provato a lasciarlo in infusione, immerso nell’alcool, per 40 giorni o anche 3 mesi, l’ho torchiato ma nn troppo, ho mischiato l’essenza con lo sciroppo più o meno come avete detto tutti voi, solo che si forma un deposito verde che anche filtrando fatico a togliere. Qualcuno mi sa dire da cosa può dipendere??? Grazie

Io lo raccolgo per farci il gelato,naturalmente lo congelo,ogni anno qualcosa mi avanza.Ditemi posso faci il liquore con il congelato?

Poiché vi sono molte,ma piccole discrepanze,fra una ricetta e l’altra,mi propongo,di fare da Giudice. Siete tutti invitati a spedire al mio indirizzo 1/2 l. Di mirto,apponendo il vostro nome e la data di imbottigliamento. Il migliore verrà premiato e menzionato sulla mia pagina di Facebook.

D’accordo su tutto, poi è sempre personalizzata, la cosa. Voglio solo dire che con quattro giorni di infusione del mirto in alcool, il risultato è già raggiunto. Buonissimo. Provare con un piccolo quantitativo se non credete. Ciao 🙂

Io ho spremuto le bacche con l’estrattore. Ho assaggiato dopo aver unito anche lo sciroppo e mi sembra che “lighi” la bocca. E’ normale o dipende dall’estrattore che magari ha spremuto anche i semini?

Buonasera a tutti. Avrei bisogno di un consiglio per quanto riguarda il mirto… Leggendo varie ricette in giro, sono un po’ confuso sul procedimento. Partendo dal presupposto che mi pare di aver capito che per litro di alcol ci vadano 1kg di bacche e che debbano macerare per una quarantina di giorni, quello su cui sono confuso è il dopo. Devo usare solo quello il liquido che estraggo dalle bacche, oppure devo usare anche la restante parte di alcol. Dico questo perchè alcuni per dare la quantità di acqua e zucchero si basavano sul peso dell’estratto dalle bacche… qualche aiuto? grazie 🙂

io ho messo in infusione con l’alcool oltre che il mirto anche dello zenzero a tocchetti voglio vedere il risultato visto che sono due elementi salutari che ne dite?

domanda ma le bacche devono essere fresche oppure vanno bene anche quelle essiccate?
vorrei farlo ma stavo valutando l’acquisto.
se uso le essiccate vanno bene le dosi come quelle fresche?
grazie

domanda ma le bacche devono essere fresche oppure vanno bene anche quelle essiccate?
vorrei farlo ma stavo valutando l’acquisto.
se uso le essiccate vanno bene le dosi come quelle fresche?
grazie

Per ogni litro di alcool 700 grammi di bacche di mirto e 600-700 grammi di zucchero e, infine, 1 litro d’acqua.

Non ho il torchi in un sacchetto fatto con la garza li strizzo faccio bollire l’acqua prima di mettere lo zucchero tiro via un bicchiere la faccio raffreddare in un vaso di vetro metto le bacche x due giorni continuando a muoverle esce l’alcol assorbito dalle bacche lo unisco al liquore precedente buon lavoro

Io invece mi baso sulla quantità di alcool rimasta dopo la macerazione. Per un litro di alcool finito faccio macerare 700-800 grammi di bacche. A fine macerazione, dopo aver torchiato (senza esagerare la spremitura, altrimenti si rischia di far prendere il sapore del tannino) mischio l’alcool “finito” con la stessa quantità di sciroppo (1 litro di acqua e 600 grammi di zucchero bolliti e poi raffreddati). Con queste dosi viene un mirto “ da uomini”, per un mirto “ da donne”, invece, aggiungo il 10-15% in più di sciroppo.

secondo me un mese di macerazione delle bacche in alcool è troppo. Infatti l’alccol finisce per estrarre anche la parte oleosa (*) dei semi e sostanze legnose degli stessi semi. Il tutto contribuisce a dare al liquore un sapore legnoso e leggermente tannico (“lega”) e ad intorbidarlo rendendo difficoltosa la filtrazione. Inoltre il prodotto finito non risulta quasi mai perfettamente limpido. Secondo me 15-20 giorni di estrazione sono sufficienti.
Ciao
(*) Esperienze già fatte

In Liguria sto per raccogliere l’unica pianta che posseggo, un cespuglione colmo di frutti, ora maturi, e per la prima volta farò il liquore. I piccioli li tolgo alla raccolta? Strappo via le bacche o uso le forbici?

Io oggi ho raccolto le bacche e ho letto che vanno fatte appassire per 2o3giorni e poi di procédé con l’alcol, qualcuno di voi ha provato la differenza?

Conosco alcune persone che riempiono una di quelle damigiane da 5 litri di bacche, dopo di che versano all’interno tutto l’alcool che la damigiana riesce a contenere, senza rispettare nessuna proporzione in quantità degli ingredienti. non solo, la macerazione la prolungano oltre i termini suggeriti, quindi se, diciamo, i tempi di infusione si aggirano normalmente intorno ai 30 giorni, queste persone lasciano le bacche in infusione anche 6 mesi. Come procedimento è accettabile, o ci sono quantità e tempi da rispettare? Grazie

Un litro dì alcol a 95 gradi 600 Gr di bacche 500 Gr di zucchero 2 litri di acqua per un totale dì circa 3 litri dì liquore a circa 33 gradi messo nel congelatore non congela non è troppo forte ed è ottimo

Salve, io uso un sistema più veloce il liquore di mirto potrete berlo il giorno dopo. Metto le bacche in una pentola e le copro di acqua, porto a ebollizione e dopo circa 30 minuti verifico con un cucchiaio che l’acqua sia diventata viola. Scolo le bacche recuperando il liquido torchio delicatamente le bacche senza spaccare i semi e aggiungo tutto il liquido che poi filtrerò con un colino. Rimetto l’estratto di mirto a bollire e aggiungo per ogni litro di succo 500 g. di zucchero o miele oppure metà e metà a secondo delle preferenze dopo circa 10 minuti ho ottenuto lo sciroppo al quale quando sarà completamente freddo aggiungerò l’ alcool 1l per ogni kg di zucchero. Pronto per essere degustato dopo aver mischiato bene e imbottigliato fatelo sfreddare in frigo. Cin cin.

La mia ricetta invece e composta 1kl di bacche. Lasciete a macerare x 1 mese 1l dalcol. 800 g di zucheroe 1 l abbondante d’acqua… Fare lo sciroppo a caldo e poi mettere nelle bottiglie

Ogni litro di infuso di mirto 2 litri di acqua e circa 350/400grammi di zucchero per lo sciroppo.quello che ottengo dal mirto rischiato lo aggiungo dopo.

La mia dose è….quando si mettono le bacche di mirto a macerare con alcool va riempito fino a coprire tutte le bacche ..lo zucchero e sufficiente 350 gr.a litro di essenza …E così l’acqua il mio tempo di macerazione è di 40 giorni al buio su contenitore di vetro …ciao Giannina

Non peso il mirto, lo tengo ad infusione coperto d’alcool per almeno 40 giorni, quindi estraggo le bacche con una leggerissima spremitura, onde evitare il rilascio aspro dei semi, lascio decantare per estrapolare il fondo in limpidezza. Procedo quindi a misurare il quantitativo d’infuso ottenuto di alcool e mirto e regolo il quantitativi in questa maniera, 1litro d’infuso, 1,200 di acqua, 300 g di zucchero. Unisco il tutto a freddo, prima acqua e zucchero poi l’infuso alcolico, il procedimento acqua e zucchero a freddo mi garantisce una maggiore limpidezza è reale misurazione della parte acqua che non evapora il ebollizione. Lascio riposare per almeno 12 ore e poi procedo all’ imbottigliamento

Sinceramente ho trovato tante risposte da confondere chiunque. L’ultima, quella di un certo Luca che mette i chiodi di garofano e una grattata di buccia d’arancia..ma che liquore di mirto è? possibile che non ci sia nessuno che sappia la vera ricetta sarda per fare il mirto?

Sinceramente ho trovato tante risposte da confondere chiunque. L’ultima, quella di un certo Luca che mette i chiodi di garofano e una grattata di buccia d’arancia..ma che liquore di mirto è? possibile che non ci sia nessuno che sappia la vera ricetta sarda per fare il mirto?

Aggiungi Un Commento