Pani ‘e saba

0 0
Pani ‘e saba

Condividi sul tuo social network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo url

Ingredienti

1/2l di sapa
600g di uva passa
600g di mandorle tostate
400g di farina
100g di nocciole
100g di pinoli
3 cucchiai di arance - la buccia essiccata e tritata
100g di zucchero
2 amaretti
1 pizzico di cannella
1 pizzico di chiodi di garofano
Traggera (diavolini colorati)

Il pane di sapa, chiamato in sardo pani ‘e saba, è un dolce antico della traduzione che si consumava nelle occasioni speciali. È un pane dolce che ha come ingrediente principale la sapa, il mosto di uva cotto, mentre gli altri ingredienti possono variare a seconda della località e del gusto personale.

Cucina:

    Ingredienti

    Istruzioni

    Condividi

    Lavate l’uva passa, fatela asciugare e tagliatela a pezzetti. Tostate le mandorle e le nocciole sbucciate e tagliatele a pezzetti. Tritate i pinoli e gli amaretti. Aggiungete questi ingredienti alla sapa insieme alla buccia di arancia essiccata e tritata, un pizzico di cannella e un pizzico di chiodi di garofano. Fate riposare in frigo per circa due o tre ore. Mettete a cuocere ora a fuoco lento per poco tempo amalgamando la farina e lo zucchero fino a che il composto non risulterà denso e omogeneo (aggiungete un po’ di farina a seconda della densità della sapa). Fate raffreddare e formate con le mani delle palle di composto che dovrà essere schiacciato per renderlo compatto. Create in ciascuna palla schiacciata un buco nel mezzo per creare la classica forma a ciambella. Fate asciugare ben protetti per circa due o tre giorni. Infornate per circa 10 minuti. Decorate con le mandorle tostate e la traggera e consumate.

     

    precedente
    Bignè con crema di ricotta Vela Bianca
    Pagina successiva
    Torta all’arancia
    precedente
    Bignè con crema di ricotta Vela Bianca
    Pagina successiva
    Torta all’arancia

    Aggiungi Il Tuo Commento