Pizzudu

0 0
Pizzudu

Condividi sul tuo social network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo url

Piatto tipico di Ovodda, da non confondersi con la seada, si può consumare come un primo piatto cucinato come una normale pasta e accompagnato da un sugo di pomodoro fresco, oppure friggerlo e proporlo come secondo piatto magari accompagnato da una bella insalata.

Ingredienti

Istruzioni

Condividi

Impastare la farina con le uova, aggiungere acqua tiepida salata quanto basta. La pasta deve risultare liscia ma corposa; avvolgere la palla di pasta in un canovaccio pulito per almeno mezz’ora e poi riprendere la pasta e rilavorarla a fondo per rendere l’impasto ancora più liscio e morbido. Nel frattempo preparare il ripieno: lessare le patate in acqua fredda e salata per circa 40 minuti e successivamente passarle nello schiacciapatate; macinare il formaggio, aggiungere un po’ di sale, aggiungere la purea di patate e con questo impasto formare delle palline della dimensione di una pallina da tennis. Una volta pronte le palline di formaggio e patate, stendere la pasta con il mattarello ed ottenere dei dischi di pasta di circa 20 cm di diametro; la pasta va stesa poca per volta per evitare che si asciughi, avendo cura di tenere coperta la pasta che in quel momento non si lavora. Sul disco di pasta posizionare una pallina di formaggio e patate, avendo cura di schiacciarla, e poi chiudere il tutto con un altro disco di pasta. Ritagliare i bordi del pizzudu con una rosoita per sigillarne i lembi. Alla fine dovrete ottenere dei dischi del diametro di circa 18 cm.

precedente
Spaghetti mare e monti
Pagina successiva
Malloreddus al sugo di cinghiale
precedente
Spaghetti mare e monti
Pagina successiva
Malloreddus al sugo di cinghiale

Aggiungi Il Tuo Commento