Ravioli di bietola e pecorino

0 0
Ravioli di bietola e pecorino

Condividi sul tuo social network:

Oppure si può semplicemente copiare e condividere questo url

Ingredienti

Per la pasta
400 gr di semola
3 uova
Sale
Per il ripieno
250 gr di pecorino fresco tipo fruhe
300 gr di bietole
2 uova
Zafferano
Sale
Noce moscata a piacere

I ravioli sono chiamati in sardo cullingiones, currugionis, crucuxionis, culurzones. La pasta di semola racchiude un morbido e saporito ripieno di bietola e pecorino.

Cucina:

    Ingredienti

    • Per la pasta

    • Per il ripieno

    Istruzioni

    Condividi

    Preparate la pasta con la farina di semola, le uova e un pizzico di sale. Lavoratela aggiungendo all’occorrenza un po’ di acqua tiepida. Formate una palla priva di grumi e compatta e lasciatela riposare almeno mezz’ora. Nel frattempo preparate il ripieno. Lavate le bietole e lessatele nell’acqua bollente salata. Una volta cotte, strizzatele e tritatele. Lavorate il pecorino fresco con le mani fino a renderlo cremoso. Aggiungete quindi le bietole e le uova, salate e insaporite con lo zafferano e la noce moscata. Amalgamate ben il tutto. Stendete ora la pasta con il mattarello creando due sfoglie di pasta sottili. Collocate i mucchietti di ripieno sulla sfoglia mantenendo una distanza di 5 cm l’uno dall’altro. Coprite ora con l’altra sfoglia pigiando con le dita accuratamente i bordi in modo da far fuoriuscire tutta l’aria, che al momento della cottura potrebbe rompere il raviolo. Con la rotella dentellata tagliate e chiudete i bordi. Potete condire questi ravioli con un sugo semplice di pomodoro.

    precedente
    Come fare i culurgiones
    Pagina successiva
    Mandarinetto
    precedente
    Come fare i culurgiones
    Pagina successiva
    Mandarinetto

    Aggiungi Il Tuo Commento