Gigi, The Golden Man…

Gilberto Arru, Decano degli enogastronomi sardi, ci ha inviato questo bellissimo pensiero su Gigi Sini, patron del Ristorante Golden Gate di Bortigiadas, mancato improvvisamente ieri.

“Ho conosciuto Gigi Sini tra i fornelli; instancabile. Sicuramente ha sempre avuto ritmi non comuni e difficili da riscontrare in molti giovani di oggi. Gli addetti ai lavori sanno bene che il lavoro in cucina non è facile ed è molto faticoso, anche quando lo pratichi da anni. L’unica spinta che aiuta a reggere certi ritmi è la passione; quella cresce negli anni e aumenta quando inizi ad avere successo.

Sono belle soddisfazioni vedere il ristorante pieno, a pranzo e a cena e talvolta rammaricarsi per non poter ospitare clienti arrivati da lontano senza prenotazione. E’ un bellissimo lavoro ma nel tempo mina anche il fisico più forte. E Gigi, dopo qualche “incidente di percorso”, riprende con l’entusiasmo di sempre. Oltre ai fornelli, Gigi ha avuto la capacità di gestire una grande squadra, impegnata in cucina, in sala e nell’hotel.

Senza un Capo, il Golden Gate non sarebbe diventato quel luogo magico, ricercato dagli amanti della buona cucina, dove professionalità e ambiente hanno fatto il resto.

Senza perifrasi, serietà, laboriosità, semplicità, disponibilità e umiltà hanno caratterizzato questo ristoratore che mancherà a tutti, ma difficilmente sarà dimenticato”.

Grazie Gigi.

Gilberto Arru

Ricette di Sardegna

Aggiungi Un Commento